Ambientazione

AMBIENTAZIONE 2016

 

F. A. Q.

In questa pagina saranno inserite le domande frequenti o ritenute di interesse comune con relativa risposta.

Domanda: Tutti i PG verranno dal Villaggio? E possibile giocare qualcuno che venga da altrove?

Risposta: I motivi per il quale è stato scelto di cominciare unicamente con una realtà costituita da un’unica città chiusa con un numero di abitanti che si aggira attorno le 35.000 anime e senza dar possibilità di provenire dall’esterno sono molteplici:

1 – La prima ragione e la più importante è garantire la possibilità ai giocatori di potersi ambientare nel nuovo mondo, dandogli la possibilità, circoscrivendolo, di avere a disposizione ogni informazione utile anche in poche pagine e allo staff Plot di progredire nello sviluppo della geografia e della storia con oculatezza, concentrando prima il gioco su una realtà così nuova sia per chi dovrà gestirla che per ci dovrà giocarla e procedendo solo quando ci si sarà ambientati ad un eventuale ampliamento che, ad ogni modo, per i piani dell’attuale Staff Plot sarà ridotto, anche se in che misura dipenderà ovviamente da ciò che accadrà nell’anno di gioco.

2 – La seconda motivazione è concedere la possibilità allo staff ambientazione venturo e che ci auguriamo sia composto da nuove giovani leve di poter sviluppare negli anni a venire come più preferisce gli aspetti sopra citati, senza porli vincoli derivanti da un’ampia ambientazione, come quella che si era accumulata negli anni scorsi, che per esperienza crea molta difficoltà a coloro che ne hanno poca alle spalle e che si trovano a dover gestire una situazione geopolitica complessa.

3 – Il terzo motivo che ci ha spinto a sviluppare un’ambientazione così ridotta è la complessità di creare una struttura funzionale e innovativa dato il poco tempo a disposizione per farlo, il che rendeva impossibile, a nostro avviso, poterne perfino creare diverse.

4 – La quarta ragione è il concept postapocalittico che ben si sposa con realtà di gioco molto piccole, garantendo inoltre una maggior realisticità andando a giocare in una location senza la forzatura, che spesso crea difficoltà, di doversi immaginare ampi duomi, cattedrali, enormi corti nobiliari giocando invece in spazi molto ridotti e soprattutto le difficoltà logistiche da essa derivanti per i giocatori nuovi o quelli  che non possono presenziare assiduamente ai live oppure presenziano ma senza seguire a dovere il procedere del gioco, che ogni volta si ritrovano location spostate o cambiate radicalmente e che quindi rendono necessarie spiegazioni fuori gioco che spezzano l’atmosfera. Inoltre non sarà necessario immaginarsi una popolazione inesistente il che comporta spesso situazioni assurde in gioco, in cui non è possibile interagire con essi se non quando si libera un plottaro o comunque non si ha un feedback reale che spesso fa dimenticare il giocatore della presenza del popolo e concede agli stessi la possibilità di commettere atti o creare situazioni che altrimenti     non accadrebbero mai.

5 – La quinta motivazione è logistica, in quanto avendo un territorio pericoloso sin dalla prossimità delle mura in gioco è molto più semplice e meno forzato portare il combattimento in quelle zone e affinché sia così non ha senso che vi siano piccoli gruppi che stanno nei dintorni, il che significherebbe che i territori circostanti non sono poi così pericolosi da abitare.

Domanda: Le corna degli Edhel, spuntano per forza in fronte o possono essere anche più arretrate tipo in mezzo ai capelli? Sono in continua ricrescita come le unghie oppure una volta finito il periodo non crescono più? E possono rompersi ? Hanno lunghezza particolare o possono variare?

Risposta: Sia corna che orecchie saranno disponibili in vendita a pochi euro. Qual ora foste interessati, fatecelo presente.

Le corna degli Edhel si possono trovare su tutto l’arco frontale della testa, dall’altezza delle orecchie fino a tutta la fronte, a seconda dei casi. Crescono solo nel periodo indicato in ambietazione, una volta raggiunta la loro lunghezza massima scelta del pg, si fermano. Possono rompersi, essendo fatte di cheratina, ma ciò non esime dal fatto di doversi mettere la protesi, che ad ogni modo può essere tronca. La loro lunghezza varia tra 1 cm e 15 cm massimo. Possono essere ricurve in caso siano lunghe, ma non attorcigliarsi su se stesse, come quelle degli arieti.

Domanda: posso non avere le orecchie da Edhel perché qualcuno me le ha mozzate?

Risposta: Assolutamente no. Al massimo, come per quanto riguarda le corna, sarà possibile indossare protesi tronche, qual’ora siano stati tagliate. Tra l’altro non c’è nessun valido motivo affinché sia così, visto il tipo di società da cui tutti i PG provengono, a meno che vi siano motivazioni da BG più che valide.

Domanda: Per i Morfici, c’è un numero massimo o minimo di tratti animali fisici o comportamentali?

Risposta: Si. Il numero massimo di tratti animali sia fisici che comportamentali sono 5. Non si conoscono Morfici che ne presentano di più. Allo stesso modo è impossibile avere meno di 1 tratto raggiunti i 14 anni di età. Inoltre specifichiamo che i tratti animali non possono essere fatti con l’utilizzo di trucco, se non per coadiuvare l’effetto di resa dell’applicazione di una protesi. Non sono estesi, in nessun caso ricopriranno di squame, pelliccia metà l’intero soggetto e nemmeno l’intero busto o la totalità delle gambe.I tratti più comuni riguardano, occhi, zanne, artigli, appendici come antenne, code o orecchie.

Affermazione: credo che però anche i pg dovrebbero coi loro bg ma soprattutto col gioco contribuire alla creazione dell’ambientazione, e non solo per opera dello staff ARP. e nella vecchia amb sono molteplici gli esempi di parti create solo ede esclusivamente col gioco dei pg e non solo per volontà dello staff di turno, ovviamente mia personale opinione confutabile

Risposta: Uno dei motivi infatti che ci ha spinto a creare questa ambientazione, come espresso in precedenza, è quello di dare più risalto alle azioni in gioco dei pg. Purtroppo in un’ambientazione variegata e massiccia come era Anairon molto spesso le azioni dei pg si scontravano con una situzione geo politica decisamente troppo complessa, in cui le singole azioni contavano molto poco rispetto alle azioni di regni, istituzioni, gruppi, etc. Il fatto che lo staff plot abbia deciso di imprimere una direzione iniziale non significa che poi i pg non potranno avere libertà d’azione, ma un punto di partenza è necessario. Nel 2007, visto che si parla di vecchia ambientazione, si decise a tavolino che Gradara sarebbe passata da anarchia totale a un regno con un suo re, Aureliano Spigdoro. La situazione è mutata poi grazie alle azioni successe in gioco, anche per merito di alcuni pg. Certo è stato un cambiamento andato avanti per mesi, da parte di persone che magari hanno atteso live, giocando nell’ombra, facendo alleanze, complottando, ma è proprio questa l’essenza del gioco di ruolo. Se da una parte quindi la nuova ambientazione può presentare una gamma di scelte iniziali più ridotte rispetto ad Anairon, siamo convinti che in gioco sarà l’esatto opposto, dando a ogni pg l’pportunità di scrivere il suo nome nel nuovo mondo, ovvio a patto che agisca con intelligenza e coerenza.